03 August 2011

Holidays IV : Castles

Our next stop is Cheverny, about 280 kms westward from Autun. The campsite (Camping Les Saules) is beautiful: quiet, very green, with wide places  for tent and car,  and pleasantly spider-free (which we appreciate a lot ...). Unfortunately sunshine remains a dream. We have to buy heavier clothes and new shoes, just to have a dry change.
La nostra tappa successiva e' Cheverny, circa 280 km a ovest di Autun. Il campeggio  (Camping Les Saules) e' bello: silenzioso, molto verde, con piazzole ampie per tenda e macchin..E senza ragni (cosa che  apprezziamo molto). Sfortunatamente il sole resta un sogno. Dobbiamo comprare vestiti piu' pesanti e altre scarpe, tanto per avere un ricambio asciutto.  

This won't prevent us from visiting the main castles and cities of the area! But we have to change our plans; I had planned we could make another stop more westward in another few days, but we don't feel like moving the tent yet again under the rain...So we decide to use Cheverny as starting point for the rest of the holiday and visit all the places from there, even if this will mean longer drives, and therefore a few places will have to be skipped.
Questo non ci impedira' di visitare i castelli principali e le citta' della zona! Ma dobbiamo cambiare progetti; avevo pensato che avremmo potuto fare un'altra tappa pio' ad ovest qualche giorno dopo, ma non ce la sentiamo di spostare la tenda un'altra volta sotto l'acqua...Cosi' decidiamo di usare Cheverny come base d'appoggio per il resto della vacanza, anche se questo significhera' fare piu' strada, e quindi alcuni posti che pensavamo di vistare dovranno essere invece saltati.

Cheverny itself has a beautiful castle, and it's still inhabited today (but it can be visited, and we did)
Anche Cheverny ha un bel castello, che e' abitato tuttora (ma puo' essere visitato, e infatti l'abbiamo fatto) 

In the following days we manage to visit Chambord
Nei giorni  successivi riusciamo a visitare Chambord
Chenonceau (on a sunny day!)
Chenonceau (in una bella giornata!)
Azay-Le-Rideau 


And then Amboise, with the chapel containing the grave of Leonardo da Vinci.
E Amboise, con la cappella dove si trova la tomba di Leonardo da Vinci.


We also visited Blois, which is very near Cheverny and it's a beautiful city. Of course, it has a castle too!
Abbiamo visitato anche Blois, che e' molto vicina a Cheverny ed e' una bella citta'. Ovviamente, c'e' anche un castello!
But not only that...In front of the castle, there is the "Maison de la Magie " (the House of Magic), dedicated to  Jean-Eugène Robert Houdin, who founded modern magic (whose monument can be seen in the right corner in the photo below)... Normally the House looks like this 
Ma non c'e' solo quello...Di fronte al castello c'e' la "Casa della Magia" Maison de la Magie), dedicata a  Jean-Eugène Robert Houdin, il fondatore della magia moderna (il cui monumento si puo' vedere nell'angolo a destra della foto sotto). Normalmente la casa ha questo aspetto
But at the change of the hour, the house takes life and giant dragon-heads (and a tail!) get out of its windows, waving and making noises!
Ma al cambio dell'ora, la casa prende vita e dellegigantesche  teste di drago (e una coda!) escono dalle finestre, agitandosi ed emettendo suoni!
(Francesca complained for the lack of flames; which indeed would add to the show...)
(Francesca si e' lamentata per la mancanza di fiamme, che senza dubbio aggiungerebbero qualcosa allo spettacolo...)

Of course all these castles can look similar to a hasty tourist...But each one of them has its own style and "personality"...
We learned to recognize the salamander that was the symbol of Francois I (it was always funny to see how the salamander, this small and shy animal, had become  a sort of big fire-breathing dragon.. :-)) 
Naturalmente tutti questi castelli possono sembrare simili ad un turista frettoloso....Ma ognuno di essi ha il suo stile e la sua "personalita'"
Abbiamo imparato a riconoscere la salamandra, che era il simbolo di Francesco I (era sempre divertente vedere come la salamndra, questo animaletto timido e minuscolo, diventava una specie di drago che spitava fuoco... :-) )


And the hedgehog that was the symbol of King Louis XII
E il porcospino, simbolo del re Luigi XII

It was interesting to explore and compare different building techniques and! How different was the solution chosen for the roof of Azay-le-Rideau castle, compared to the the "ship's hull" of Jacques Coeur's palace in Bourges!
E' stato interessante esplorare e confrontare le diverse tecniche di costruzione! Come e' diversa la soluzione scelta per il tetto del castello di Azay-Le-Rideau, confrontata con il tetto "a scafo di nave" del palazzo di Jacques Coeur a Bourges!

I took lots of photos, mostly of details that probably I'm the only one to appreciate and would be too boring for anyone else!
(I returned home with about 800 photos. Digital cameras are a great invention....)

Ho fatto un sacco di fotografie, per lo piu' di dettagli che probabilmente sono l'unica ad apprezzare e che sarebbero troppo noiosi per chiunque altro (Sono tornata con circa 800 fotografie. Le macchine fotografiche digitali sono una grande invenzione...)



3 comments:

Atelier Pompadour said...

Elena sei una grande!! tu i tuoi figli in tenda in giro per la Francia! bellissime le foto e i posti!!

etherealflowers said...

meraviglia i castelli! io avrei apprezzato qualche foto in più anche degli interni :)))

Mairi said...

Ma quanto ti invidio? O__O Volgio visitare quei castelli ahhhh. Belle foto ma caspita se stavolta il cielo è nero O__o